Gargano: in cammino tra gli eremi di Pulsano.

La luce del mattino cade sull’abbazia, la sua pietra si accende rosea poi arancio man mano che il sole si alza sul cielo sgombro. Fin qui dopo molti chilometri fatti in autostrada a ridosso dell’alba. Ho deciso di partire sul presto. Sono settimane che in autostrada si formano code e ingorghi tra lavori in corsoContinua a leggere “Gargano: in cammino tra gli eremi di Pulsano.”

Quando i passi ti portano a Lapedona.

Abbiamo camminato in gruppo su uno dei bellissimi crinali del fondovalle piceno. Nel freddo di una mattina di dicembre abbiamo scoperto che a Lapedona ci sono tre ottimi modi per scaldarsi: camminare, bere il vino cotto e godere di una bellissima ospitalità. Ci siamo appena lasciati alle spalle Torre di Palme, bell’incasato marchigiano del circuitoContinua a leggere “Quando i passi ti portano a Lapedona.”

Come costruire un’Arca sul magnifico altopiano.

Non sarà il monte Ararat, ma anche qui sull’altopiano di Castelluccio le acque a un certo punto si sono ritirate: difatti questo è il fondo di un antico lago che poi si è prosciugato non so quanti milioni di anni fa. Non dovrei essere qui perché è proibito. O meglio non è proibito starci ma,Continua a leggere “Come costruire un’Arca sul magnifico altopiano.”

Conero, roccia narrante.

Potrebbe sembrare strano parlare del Conero senza dire del suo mare, senza gli azzurri e i verdi liquidi e senza i bianchi delle schiume che vanno a lambire o a sferzare la falesia. Ma per un attimo, e solo per quest’attimo, lo si terrà in disparte quel mare splendido legato al promontorio marchigiano in unaContinua a leggere “Conero, roccia narrante.”

Ma gli universi sognano incisioni rupestri?

“Io credo che il mondo esiste indipendentemente dall’uomo; il mondo esisteva prima dell’uomo ed esisterà dopo, e l’uomo è solo un’occasione che il mondo ha per organizzare alcune informazioni su se stesso” (Italo Calvino) La scorsa primavera eravamo in Valcamonica, nella zona inserita, prima in Italia, nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco: abbiamo visitato ilContinua a leggere “Ma gli universi sognano incisioni rupestri?”

Il Cammino Francescano della Marca

Sono a un tavolo con Maurizio Serafini, Luciano Monceri (organizzatori e guide escursionistiche) ed Emanuele Luciani (assistente) per una chiacchierata sul Cammino Francescano della Marca: il pellegrinaggio a piedi da Assisi ad Ascoli Piceno, che ripercorre la via seguita da San Francesco nei suoi viaggi nelle Marche meridionali. Inizialmente avevamo deciso di incontrarci a Macerata,Continua a leggere “Il Cammino Francescano della Marca”

Su due ruote lungo l’alzaia dell’Adda

Presso Trezzo sull’Adda (Mi), in bici sulla ciclopedonabile del fiume Adda:  immerso nella natura,  un museo a cielo aperto lungo diciassette chilometri, tra suggestioni leonardesche e gioielli di archeologia industriale. Il fiume Adda si allarga in un’ansa ampia e rotonda, diventa ancora più lento, placido fino a sembrare un lago. I pioppi tremuli, le alteContinua a leggere “Su due ruote lungo l’alzaia dell’Adda”

Ninfe alle sorgenti dell’Ambro

Anello classico per le sorgenti dell’Ambro. Di buone tracce disponibili ce ne sono diverse, questa è la mia con un breve tratto che si allarga sopra al sentiero per via di una slavina. La voglia di farlo mi è venuta una sera, proprio mentre stavo li nello spiazzo del Santuario a riguardarmi le punte eContinua a leggere “Ninfe alle sorgenti dell’Ambro”

Il cuore mediterraneo della Valle Camonica

Decidi di esplorare il territorio che deve pur esserci al di là del “nulla”della Bassa Bresciana, una pianura che può diventare opprimente per eccesso di monotonia, soprattutto quando le foschie si addensano fino a creare una coltre capace di inghiottire addirittura la poderosa presenza, in lontananza, del Massiccio dell’Adamello.